Google+ Badge

sabato 12 novembre 2016

Copertina coniglietto: schema

Le copertine per i neonati sono i regali per le mie conoscenti in attesa di un bimbo; questa volta sarà un maschietto e quindi vai di azzurro e blu, un abbinamento che trovo veramente elegante. 
Il filato scelto è il Drops (ovviamente) Baby Merino, una lana morbida, calda e con una resa incredibile.
Questa volta l'ho lavorato in doppio e per questa coperta ne ho usati 6 gomitoli (300gr) solo di azzurro più circa 50 gr di blu. Le misure della coperta sono 50 x 70; ferri n. 4,5 ma se avete la mano molto stretta vi consiglio anche il n. 4.
Avviate con il metodo che preferite 96 maglie e lavorate per a maglia legaccio 14 giri ( in totale devono essere 7 "(creste");
continuare poi a maglia rasata rovescia per 4 giri.
A questo punto dovete suddividere il lavoro per i quadrati e i bordi; quindi avremo:
7 m a legaccio
26  m a dritto
2 m a legaccio
26 m a dritto
2 m a legaccio
26 m a dritto 
7 m a legaccio
Continuare in questo modo finchè all'interno del quadrato non avete lavorato 16 giri; 
con il filo blu iniziate la lavorazione a maglia rasata dritta della sagoma del coniglio e terminate il quadrato con altri 16 giri a maglia rasata dritta.
Dividete tra loro le righe dei quadrati con 4 giri a maglia rasata rovescia e terminate il bordo della coperta con 14 giri di maglia legaccio (7 creste).

Di seguito trovate lo schema del coniglietto; (mi spiace che non sia molto chiaro: cercherò prossimamente di postarne uno più leggibile) ogni quadratino corrisponde ad un punto a maglia dritta in coloro blu. 


giovedì 29 settembre 2016

Il contiguos finito!

Tadaaaaaaaaa!! Ed ecco qui il maglione metodo contiguos finito!
Sono molto molto contenta del risultato perchè non so da quanto tempo ci provavo senza mai arrivare ad un risultato decente; ma ho la testa dura e quando mi impunto, mi impunto!

 Qui il particolare dei bordi lavorati a coste 2/2
 E qui il collo, lavorato sempre a coste 2/2 e poi ripiegato e cucito all'interno.

sabato 17 settembre 2016

Metodo Contiguos III parte

Ed eccoci finalmente giunti alla terza parte del nostro progetto.

Bene: siete riuscite a formare la spalla del vostro maglione? Ovviamente vanno fatte varie prove per vedere se la misura della manica va bene, cioè quando il giro della "cuffia" della manica calza perfettamente attorno al nostro braccio (o al braccio del destinatario del maglione).

Ora bisognerà dividere la lavorazione lasciando in sospeso su un filo di scarto o sui comodi cavetti coi tappini le maglie delle maniche e continuare a lavorare il busto del maglione fino a raggiungere la lunghezza desiderata e terminate con un bordo 1/1 o 2/2.

Riprendete ora la lavorazione delle maniche sul ferro circolare, riprendendo anche alcuni punti sotto l'ascella, che andrete però a diminuire subito nel giro successivo. Questo accorgimento serve per non creare quel buchino sotto l'ascella.

Continuate la lavorazione della manica a maglia rasata facendo una diminuzione ogni 6 ferri fino al raggiungimento della lunghezza desiderata, Terminate anche in questo caso con un bordo 1/1 o 2/2, come fatto per il busto.

Lavorate anche la seconda manica nella stessa maniera.

Una volta terminate anche le maniche dovete ora riprendere le maglie attorno allo scollo e lavorare anche in questo caso un bordo come avete fatto per il busto e per le maniche.

Il vostro maglione metodo contiguos è terminato! Sono curiosa di sapere se le mie istruzioni vi sono state utili o se vi è qualche passaggio poco chiaro e ovviamente se volete anche farmi vedere le vostre creazioni, sono contenta!
Baci ... e a presto!

p.s. io il maglione non l'ho ancora finito! 


mercoledì 7 settembre 2016

Metodo contiguos II parte.


Ora, quando la linea della spalla avrà raggiunto la lunghezza da voi desiderata, bisognerà procedere a formare la "cuffia" della spalla.
Dobbiamo quindi spostare il primo segnapunti di due maglie a destra e il secondo segnapunti di due maglie a sinistra in modo da avere all'interno dei due segnapunti 6 maglie.

A questo punto continuate la lavorazione eseguendo un aumento all'interno dei due segnapunti ed esattamente il primo subito dopo il primo segnapunto e il secondo aumento prima dell'ultimo segnapunto.
Riassumo così la parte della spalla dopo aver spostato i segnapunti ed avendo quindi 6 maglie all'interno di essi:
lavoro fino al primo segnapunto, lo sposto sul ferro destro;
faccio un aumento
lavoro le 6 maglie
faccio un aumento
sposto il segnapunto sul ferro destro
e continuo a lavorare fino all'altra spalla.

Cosa molto importante è che gli aumenti ora andranno fatti un giro si e uno no, fino ad avere la spalla della grandezza desiderata per il nostro braccio.

Nella foto qui sotto vedete che si è formato un "triangolo": quella è la spalla.

Bene, a questo punto fatemi sapere se avete difficoltà o se la vostra spalla si sta formando.




lunedì 29 agosto 2016

Top down con metodo CONTIGUOS I parte.

Buongiorno a tutti! 
Eccomi qua con un altro "esperimento" da fare insieme a voi, se ne avete voglia.
Vorrei fare un maglione da uomo ovviamente top down ma con il metodo contiguos, quel sistema cioè che non crea le due linee del raglan ma che forma invece la spalla tonda, a giro e che vi permette di creare un maglione della vostra taglia, un maglione praticamente cucito addosso.

Vogliamo provare a farlo insieme, passo per passo, come per il corpettino lilla?
Dai, io ci provo e vediamo cosa ne viene fuori. Vi avverto già da ora però che i post non li pubblicherò a distanze regolari e magari tra un post e l'altro passerà un po' di tempo.

Occorrente per maglione da uomo: 500 gr di lana (io ho preso Karisma di Drops, colore grigio);
ferri circolari n. 4;
m d (maglie a dritto)
4 segnapunti (SP)

Ho deciso per semplicità di esecuzione di lavorare a maglia rasata dritta.

Si parte a lavorare in giri di andata e ritorno (ferro dritto e ferro rovescio) per poi unire le due parti e iniziare a lavorare in tondo, dopo aver montato le maglie necessarie alla scollatura.

Avviate 40 maglie (o il numero necessario per ricoprire la lunghezza alla base del collo), lavorate un ferro e poi al giro successivo dividetele nel seguente modo:
2m d, 1 SP, 2 m d, 1 SP, 36 m d (il dietro) 1 SP, 2 m d, 1 SP, 2 m d. Le due maglie all'interno dei segnapunti formeranno la linea della spalla mentre le parti  laterali formeranno la parte davanti e dietro.

Procedete lavorando sempre a maglia dritta fino al primo segnapunto, fate un aumento, spostaste il SP sul ferro destro, due maglie dritte, spostate il secondo SP sul ferro destro e fate un aumento.
Procedete a maglia dritta fino al prossimo SP e ripetete quando descritto sopra.
Praticamente gli aumenti vanno fatti subito prima del primo SP e subito dopo il 2 SP e ad ogni ferro, sia di andata che di ritorno.
Continuate in questo modo finchè non raggiungete la lunghezza della spalla desiderata.

Dopo circa 6/8 ferri dobbiamo contemporaneamente alla nostra lavorazione delle spalle fare gli aumenti per la lavorazione della scollatura, e precisamente per una scollatura tonda ho fatto così:

Dopo i primi 6/8 ferri ho aumentato 2 maglie ai margini sia destro che sinistro e per 3 volte; poi ho aumentato 6 maglie in una volta solo (o un numero di maglie diverso, in modo da avere sul davanti un numero di maglie leggermente superiore al dietro).
Finito di fare questi aumenti per lo scollo, uniamo le parti e iniziamo a lavorare in tondo.

Se invece desiderate fare una maglia con scollatura a V procedete in questo modo:
aumentate una maglia all'inizio e una maglia alla fine dei giri fino ad avere per il davanti un numero di maglie leggermente superiore al dietro.
Raggiunta la profondità dello scollo, riunite le parti e procedete a lavorare in tondo.


giovedì 25 agosto 2016

Tutte le foto dell'Acquario (o quasi)

FINALI VIPITENO

E questo è Vipiteno paese

Banner Amici

Il mio mondo

Neve a Saronno

Guardate come si presentava Saronno questa mattina! Spettacolo!

Roma-Velletri: 19-21 settembre 2008 Le Foto

Zia Danté